Menu

Osservatorio Astrofisico di Arcetri

Stelle, Popolazioni stellari e mezzo interstellare

pic2

L’attività del gruppo si concentra sullo studio della fisica della Galassia e segue due filoni di ricerca principali: (i) la formazione stellare, dalle prime fasi di condensazione delle nubi, ai dischi che daranno origine ai sistemi planetari, (ii) studi di archeologia galattica, ovvero della formazione ed evoluzione della Via Lattea e del gruppo locale, attraverso l’analisi delle proprietà fisiche e chimiche delle popolazioni stellari. La ricerca svolta è di tipo sia osservativo che teorico ed è accompagnata da attività di tipo tecnologico. Il gruppo partecipa a numerose collaborazioni internazionali e allo sviluppo di strumentazione future. Si svolge attività didattica in collaborazione con le Università di Firenze e Pisa, e si seguono iniziative di outreach.

Formazione Stellare: Arcetri è da tempo polo di eccellenza per questi studi, con molte collaborazioni internazionali e partecipazione nello sviluppo di nuova strumentazione. Per le prime fasi del processo si studiano vari aspetti delle nubi molecolari da cui nascono le stelle, come l’evoluzione chimica del mezzo, la distribuzione del campo magnetico, i processi di collasso, l’accrescimento sulla protostella, l’influenza dei raggi cosmici. Per le fasi più avanzate, si studiano la struttura e la chimica del disco protoplanetario intorno alle giovani stelle di tipo solare e i dischi attorno a stelle di alta massa, l’accelerazione di jets e outflows, e le proprietà dei masers  nella regione circumstellare.

Archeologia Galattica: Il gruppo porta avanti un ampio programma di studio sulla formazione ed evoluzione della nostra Galassia, e ha ruoli di primo piano, anche di tipo gestionale, nelle principali survey di stelle in ambito internazionale. Gli ambiti di ricerca del gruppo sono: (i) i meccanismi di formazione e dispersione degli ammassi stellari aperti, elementi costitutivi del disco galattico, (ii) l’origine degli ammassi globulari, traccianti delle fasi iniziali della formazione della Via Lattea, e (iii) le proprietà chimiche del disco galattico, per capirne la formazione ed evoluzione, e la relazione tra queste e le età stellari, per sviluppare nuovi metodi di datazione e di indagine sull’evoluzione stellare.

Sviluppi tecnologici: già a partire dagli anni ’80 il gruppo ha contribuito allo sviluppo dei radiotelescopi italiani, ed in particolare, recentemente, alla realizzazione del Sardinia Radio Telescope (SRT). L’attività include la definizione dei parametri di design, la costruzione di strumentazione, lo sviluppo della rete di osservatori radio e del suo utilizzo scientifico, lo studio di tecnologie innovative. Oltre alle attività di tipo tecnologico, il gruppo segue la calibrazione e il data processing per missioni spaziali, tra cui Gaia, e sviluppa software avanzato per pipeline di riduzione e analisi dati per strumentazione a terra.

Image credits from left to right: 1) ESA/PLANCK collab. 2) NASA/ESA/Hubble (STScI/AUra) 3) ALMA (ESO/NAOJ/NRAO) 4) G. Romano 5) M. Pugh




Per maggiori informazioni consultare la Pagina web del gruppo

 

Componenti del Gruppo


STAFF

Francesca Bacciotti
Maria Teresa Beltrán
Riccardo Cesaroni
Claudio Codella
Francesco Fontani
Elena Franciosini
Daniele Galli
Andrea Lorenzani
Fabrizio Massi
Laura Magrini
Lorenzo Morbidelli
Luca Moscadelli
Luca Olmi
Marco Padovani
Elena Pancino
Linda Podio
Germano Sacco

 

POSTDOC

Anna Brucalassi
Antonio Garufi
Monica Rainer
Victor Rivilla
Nicoletta Sanna
Maria Tsantaki
Mathieu Van der Swaelmen

STUDENTI DI DOTTORATO

Giada Casali
Seyma Mercimek
Chiara Mininni