Menu

Osservatorio Astrofisico di Arcetri

150 anni fa - Una casetta piccolina ad Arcetri

un articolo della serie: 150 anni fa - le tappe della fondazione dell'Osservatorio di Arcetri

Il 10 ottobre 1870 Giovan Battista Donati scrisse una lettera al collega (ed amico) Gaetano Cacciatore, direttore dell'Osservatorio di Palermo. L'argomento della missiva era l'imminente missione degli astronomi italiani in Sicilia, per osservare l'eclisse totale di Sole del 22 dicembre 1870. Ma qui non ci interessano le comunicazioni, bensì il luogo dal quale Donati scrive: Arcetri! Fra la numerose lettere di Donati che abbiamo letto, è questa infatti la prima lettera scritta dal colle del nuovo Osservatorio.

 Lettera di Donati a Cacciatore del 10/10/1870

Lettera di Donati a Cacciatore, Arcetri, 10/10/1870 (Per cortesia dell'Archivio Storico INAF-Osservatorio Astronomico di Palermo; Donatella Randazzo)

Ma dove è stata scritta la lettera? Ancora la costruzione dell'edificio principale dell'Osservatorio non era  iniziata, anche se i lavori erano imminenti: l'impresario Carlo Berti, che già aveva costruito la strada d'accesso e la base del Padiglione provvisorio del telescopio Amici, se ne era aggiudicato anche l'ultimo lotto, a metà Settembre 1870.

Forse Donati scriveva da dento la cupola del telescopio, inaugurata un anno prima, oppure da una casetta in legno fatta costruire accanto a questa. Inizialmente prevista come stanza di servizio per il telescopio, la casetta fu successivamente ampliata e trasformata in un'abitazione provvisoria di 4 stanze più cucina, con tetto di tegole, intonaco esterno, carta da parati e mobilio. Grazie a questa casetta Donati poteva restare ad Arcetri in occasione delle osservazioni, o per seguire i lavori del cantiere. Due anni dopo si trasferirà definitivamente in una villetta poche centinania di metri più sotto (l'attuale Villino Donati a sinistra dopo l'ingresso al comprensorio di Arcetri). Le lettere scritte da quell'abitazione recheranno l'indicazione Poggio Imperiale.

 catastoRoiti

Pianta catastale di Arcetri di fine '800. L'edificio all'ultima curva prima della strada diritta verso l'Osservatorio è forse la casetta di Donati? L'edifico grande di pianta rettangolare a sinistra è la Villetta della Cappella - attuale villino Donati (Archivio INAF-OAA)

La lettera si trova in Archivio INAF-OAPA, Fondo Gaet. Cacciatore 85, 28. Per la casetta, si vedano le referenze in Bianchi, Galli & Gasperini, Le due inaugurazioni dell'Osservatorio di Arcetri, 2013, Giornale di Astronomia, 39/3, 19-30; per la pianta catastale, Bianchi, L'Istituto Elettrico nel Podere della Cappella, 2017, Il Colle di Galileo, 6/2, 15-31.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo